Il più antico quotidiano d’Italia compie 350 anni

cartolina gazzettadi Paolo Boldrini

Un’avventura. Non mi viene in mente altro termine per definire il lavoro straordinario, iniziato un anno e mezzo fa

e concluso il 2 settembre, per allestire la mostra sui 350 anni della Gazzetta a Palazzo Te e preparare il catalogo. È il frutto della passione di un comitato scientifico di prim’ordine. Doveroso ricordare i nomi dei suoi componenti: Daniela Ferrari e Cesare Guerra (i curatori), Maurizio Bertolotti, Claudia Bonora Previdi, Giancarlo Ciaramelli, Renzo Dall’Ara, Sergio Leali, Vittorio Longheu, Annamaria Mortari.

Tornato alla Gazzetta da direttore nel marzo del 2013, dopo tre anni alla Nuova Ferrara, mi sono trovato davanti una montagna da scalare: ho trovato sulla scrivania un appunto con alcune idee del mio predecessore e ho capito subito che non c’era tempo da perdere, perché la ricorrenza era troppo importante. Allestire la mostra sul nostro giornale non è stato facile. Non abbiamo trovato esempi a cui ispirarci, così ci siamo buttati nel mare aperto. Il lavoro di selezione è stato duro: la scelta di quanti e quali documenti esporre, pescando in 350 anni, è stato al centro di un lungo confronto.

Il risultato finale, a mio giudizio, è straordinario: la mostra non è solo un’esposizione di vecchie pagine di giornale, ma anche una raccolta di emozioni, di pezzi della nostra terra.

Una storia fatta di tipografi, che lavoravano sulle linotype con il piombo fuso, e di cronisti scrupolosi. Grazie a loro la Gazzetta di Mantova ha dato vita negli anni a uno stile di giornalismo che ne ha decretato il successo: notizie soppesate e non urlate, in un rapporto di reciproca fiducia con i lettori. L’avventura nata con i Gonzaga prosegue giorno per giorno, sulla carta e sul web.

Paolo Boldrini è direttore della Gazzetta di Mantova

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

3 commenti su “Il più antico quotidiano d’Italia compie 350 anni

  1. Maiorana Salvatore Claudio dice:

    Il grazie ai tipografi è sicuramente doveroso, ma è altrettanto dovuto anche a Voi che avete compiuto un opera importante e necessaria per il giornalismo italiano, conservando la memoria dei passi importanti compiuti da giornale nella storia dell’informazione.
    Bravi ! E grazie anche a Voi

  2. trovskj trovskj dice:

    la BOLDRINI ci stupisce sempre piu’ piacevolmente e dimostra di avere una visione a 360 gradi. laura siamo con te mille volte!!!!

  3. lucio dice:

    Devo dire che ho iniziato a leggere la Gazzetta di Mantova molto anni fa grazie al mio povero suocero che purtroppo non c’è più da quasi 20 anni.
    A mio parere è sempre stato un giornale facile da leggere ma al contempo ricco di contenuti.
    Un grosso complimento davvero per l’impegno profuso da parte di tutti