“Il vitalizio agli ex deputati condannati per mafia è inaccettabile”

Nel video l’intervista andata in onda sull’emittente La7, il 24 febbraio scorso, nel corso della trasmissione ‘di Martedì’, condotta dal giornalista Giovanni Floris. Tanti i temi affrontati: dai vitalizi agli ex parlamentari condannati in via definitiva per mafia, corruzione o altri reati gravi alla fase di evoluzione degli schieramenti politici che mi auguro possa portare ad un centrosinistra unito.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

4 commenti su ““Il vitalizio agli ex deputati condannati per mafia è inaccettabile”

  1. carlo dice:

    Cara Presidente, credo che tutti i vitalizi, onorevoli, senatori, assessori regionali e quant’altro siano un’indegnità a cui occorre urgentemente porrere riparo, eliminandoli tutti, non solo ai condannati.
    Inoltre, anche a fronte delle ultime inchieste, è ora che la cassa integrazione sia uguale per tutti e chi la riceve debba seguire corsi di aggiornamento professionale e prestare opera sociale indipendentemente dalla mansione ricoperta nella propria attività lavorativa e che abbia una scadenza. La cassa integrazione deve garantire un livello di vita non un livello di lusso!!!!

  2. lucio dice:

    Sono pienamente d’accordo che in democrazia ci sia posto per tutti anche perché, molto modestamente, ritengo che ciascuno di noi possa portare idee nuove valide per il bene di tutti. E’ poi giustissimo anche che ciascuno possa dire la sua. Nel modo più assoluto.
    Poi, a proposito di correttezza, educazione e buone materie, io sarei del parere che chi mette in mostra certi comportamenti non meriterebbe di tornare in aula. Chi rappresenta il paese non può permettersi certi comportamenti!
    A proposito di vitalizi a favore di delinquenti (non posso definirli diversamente) è un furto per tutti che li possano percepire!!!!!!!!!!!
    Magari potessimo avere questo centrosinistra unito. Sarebbe ora!
    D’accordo sugli obblighi internazionali dell’Italia. L’importante è che ci siano davvero i giusti controlli.
    GRAZIE E COMPLIMENTI PER L’INTERVISTA

  3. pierluigi dice:

    Gentile Presidente Laura Boldrini, ho apprezzato moltissimo i Suoi interventi, dichiarazioni, prese di posizioni riguardanti i molti decreti legge emessi, l’ ignorare continuamente e esautorare il Parlamento, non tenere conto delle proposte fatte da altre forze parlamentari, fatti dal governo Renzi. Condivido pienamente la Sua preoccupazione dell’ uomo solo al comando, le premesse ci sono tutte anche se non ritengo che l’uomo non abbia gli attributi per attuarlo. La ringrazio an che per la forte presa di posizione contro i vitalizi per i parlamentari condannati per gravi reati: brava Presidente, continui così. Non si curi delle critiche dei renziani: Lei è la terza carica dello Stato ed ha tutto il diritto di esprimere la Sua idea. Non pensa che dovrebbe intervenire anhe il presidente della Republica? Grazie ancora e buon lavoro.

  4. Roberto Da Roit dice:

    Buongiorno, Laura.
    Condivido, in pieno, con lei, la lotta contro i vitalizi ai parlamentari condannati.
    Sono sposato, 2 figli, 30 anni di duro lavoro onesto, qui in Italia, la mia Patria.
    Continerò ad essere onesto, per rispetto verso gli italiani, ma soprattutto, per l’esempio fondamentale che devo dare ai miei figli, italiani purosangue. Che possano anche loro diffonde e trasmettere tutti qui valori importanti e vivere in una società dove regna il rispetto assoluto di ogni persona. Grazie per quello che fa per tutti noi.
    Roberto Da Roit
    Belluno 1 marzo 2015