La settimana alla Camera, su esodati impegno da mantenere

La condizione degli esodati  è un’emergenza sociale sulla quale la Camera sta continuando a lavorare. Ne abbiamo discusso anche nell’ultima riunione dei capigruppo per portare quanto prima la questione in aula. La commissione Lavoro ha chiesto al governo chiarezza sui dati.

L’esecutivo  si è impegnato ad avviare, entro aprile, un tavolo di confronto con l’Inps e le commissioni parlamentari per trovare una soluzione definitiva. C’è un impegno da mantenere su una questione di giustizia sociale. E’ questo il tema di apertura del video sulla settimana alla Camera.

Nel messaggio parlo anche della presentazione a Montecitorio del Rapporto dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza. Secondo dati recenti negli ultimi anni è cresciuto, da 500mila a un milione, il numero dei minori che non possono permettersi beni essenziali in Italia. Bisogna fare di più per assicurare una tutela effettiva dei loro diritti fondamentali e una vera uguaglianza nelle opportunità. Credo anche che la prima esigenza dei nostri figli sia l’ascolto. Dobbiamo dedicare più tempo a parlare con loro perché spesso alcuni comportamenti sono il risultato della nostra indifferenza.

Infine, nel video riferisco dell’incontro tra i Presidenti dei Parlamenti europei al quale ha partecipato a Vilnius. In particolare, della proposta che l’Unione si doti di indicatori più incisivi delle diseguaglianze sociali per correggere questi squilibri con la stessa efficacia con cui si fanno rispettare i parametri economico-finanziari. Nel documento  finale del vertice è passata con soddisfazione anche un’altra nostra proposta: l’impegno a promuovere una politica migratoria comune e agire congiuntamente per salvare vite umane in mare.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

9 commenti su “La settimana alla Camera, su esodati impegno da mantenere

  1. Cristina Fibbia dice:

    Grazie Presidente! Le sua posizione forte e chiara a favore di una soluzione definitiva al nostro problema di esodate/i ci fa sentire meno abbandonati e meno lontani dal riconoscimento di un diritto negato.

  2. rossella marchesi dice:

    grazie presidente per non deluderci e sostenere, dare voce a questa ignobile intollerabile irrisolta ingiustizia sociale, che colpisce noi donne ancora più’ profondamente e crudelmente.
    sarò’ in piazza lunedi’.
    non smetta di ascoltarci!
    rossella marchesi

  3. Esodati Liguria dice:

    Il suo interessamento costante ci fa ben sperare per una rapida ed efficace soluzione di questa assurda situazione

  4. Michele Palese dice:

    Grazie signora Boldrini per quanto sta facendo sul tema esodati e contributori volontari.
    Abbiamo bisogno del suo appoggio per arrivare al piu’ presto ad una soluzione definitiva sul tema.
    Ho avuto il piacere di conoscerla all’aeroporto di Ciampino poco prima di Natale in attesa entrambi delle nostre figlie di ritorno da Londra con volo Ryan Air.
    Non l’ho naturalmente disturbata sulla mia situazione personale e mi ha fatto piacere vederla li come noi cittadini qualunque ad aspettare sua figlia.
    Grazie per ora per quanto sta facendo.

    Michele Palese
    Rec. tel. 335 6505620

  5. Matteo La Torre dice:

    “Tutti i lavoratori che hanno sottoscritto con l’azienda accordi di cessazione dal lavoro prima del 6/12/2011 hanno diritto di andare in pensione secondo le norme in vigore all’atto della firma”.
    Questa semplice proposta di legge restituirebbe dignità a tutti gli esodati e vera democrazia ad uno Stato di diritto.

  6. susanna rauber dice:

    Grazie per il suo impegno Presidente.Mi auguro ,come tutti gli esodati ancora non salvaguardati ,che si arrivi in tempi rapidi ad una risoluzione. Come Lei sa stiamo aspettando da troppo tempo e ci sono stati gia’ troppi ritardi che fanno vacillare, perdere la fiducia. Confidando nel Suo costante impegno La ringraziio e le auguro buon lavoro

  7. ARLORIO MARIA ROSA dice:

    Gentile Presidente,
    sono una delle ex-lavoratrici esodate e mobilitate presenti il 6 Febbraio in Piazza Montecitorio e desidero ringraziarLa della sensibilita’ dimostrata nei confronti della nostra causa. Nella convinzione che una giusta soluzione debba essere trovata per tutti,auspico che i criteri di equità e giustizia sociale a cui Lei fa riferimento, fino ad ora
    disattesi, siano applicati prima ai licenziati (soprattutto donne) da piu’ lungo tempo e quindi piu’ penalizzati. Infatti io, cessata dal Febbraio 2009 a seguito di un accordo collettivo sindacale nazionale, sono oltre 5 anni che vivo, insieme ai miei familiari, un crescente ed angosciante disagio nell’attesa della soluzione di questa triste vergogna all’italiana.
    Nel porgerLe i miei piu’ cordiali saluti Le auguro una serena Pasqua.

    Maria Rosa Arlorio

  8. Antonio Fatuzzo dice:

    Grazie Presidente per il costante impegno ! Le chiediamo di mantenere la massima attenzione sulla nostra vicenda per evitare che questo ennesimo rinvio possa essere il presupposto per “dimenticarsi” del dramma degli esodati.

  9. Antonio Rossi dice:

    Io ho una proposta per gli esodati, pagarli perché facciano almeno tre ore al giorno nella protezione civile, per fare tutti quei lavori utili all’ambiente, fino al giorno del pensionamento, per i giovani fare un ora al giorno, per incominciare ad avere la cultura e la responsabilità per l’ambiente, sarà fatica incominciare , ma poi tutto verrà da se , in questo sistema le persone anziane e giovani troveranno la dignità di un progetto grande