A Vicenza un centro di eccellenza contro la tratta di esseri umani

zannierdi Lamberto Zannier

A crisi globali e multiformi vanno opposte soluzioni creative e integrate.

E’ con questo spirito che l’OSCE, con la partecipazione ed il sostegno personale della Presidente Boldrini, ha lanciato un nuovo progetto per il contrasto alla tratta di esseri umani lungo le rotte migratorie presso il Centro di Eccellenza per le Stability Police Units (CoESPU) di Vicenza.

Attraverso questa iniziativa pluriennale e multinazionale, che inaugura la nostra nuova collaborazione con i Carabinieri, prevediamo di formare un gruppo diversificato di persone – tra cui investigatori, procuratori, ispettori del lavoro e assistenti sociali – impegnato nell’identificazione e nella protezione delle vittime di traffico tramite l’apprendimento per mezzo di vere e proprie simulazioni di casi di tratta inerenti lo sfruttamento sessuale e del lavoro di migranti.

Prolungata instabilità in aree come il Medioriente, il Sahel ed il Corno d’Africa ha dato origine a complessi e vasti flussi di individui in movimento. E’ in questo contesto che la tratta di esseri umani, vera e propria forma di schiavitù moderna, si interseca con il fenomeno migratorio. Chi fugge dalla miseria e persecuzione, infatti, spesso cade nelle maglie di efferate bande criminali che, approfittando di precarie condizioni di vita lungo le rotte migratorie, espandono i propri business illeciti.

L’azione intergovernativa, per quanto efficace, non può di per sé affrontare la complessità di tali violazioni dei diritti umani. Abbiamo sempre più bisogno di strumenti flessibili e multidisciplinari che possano creare sinergie tra molteplici attori transfrontalieri, inclusi il settore della giustizia penale e della società civile, al fine di gettare le basi per un contrasto efficace e sostenibile alla tratta.

Ed è proprio grazie al suo approccio ampio e collaborativo alla sicurezza che l’OSCE è ben equipaggiata per facilitare l’ equilibrio tra interessi legittimi di sicurezza degli Stati con l’esigenza di tutelare la dignità ed i diritti fondamentali dei migranti.

Questo ambizioso progetto, largamente finanziato dal governo italiano e realizzato dall’Ufficio della Rappresentante Speciale dell’OSCE per il contrasto alla tratta degli esseri umani, è un passo importante in questa direzione. Per la prima volta su così larga scala, l’Organizzazione mette insieme tutti gli attori coinvolti dai paesi OSCE di origine, transito e destinazione in un esercizio di simulazione pratica teso a sviluppare capacità investigative all’avanguardia e programmi avanzati di assistenza e recupero delle vittime.

Minacce transnazionali come il traffico di esseri umani lungo le rotte migratorie sono una delle sfide più complesse che gli Stati dell’OSCE, così come i nostri Partner mediterranei, si trovano oggi ad affrontare. Grazie alla stretta collaborazione internazionale, al sostegno del governo italiano e di altri Paesi, e alla nostra fruttuosa partnership con i Carabinieri, sono fiducioso che daremo un contributo rilevante alla promozione di una strategia multi-settoriale e di lungo termine contro l’impunibilità’ e nell’interesse dei più deboli.

Lamberto Zannier e’ il Segretario Generale dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Co-operazione in Europa (OSCE) dal 2011. Nel corso della sua lunga carriera diplomatica ha svolto incarichi di primissimo rilievo in ambito internazionale. Dal 2008 al 2011, ha prestato servizio come Rappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite e Capo della Missione Onu in Kosovo. Tra il 2002 ed il 2006 è stato Direttore del Centro di Prevenzione Conflitti dell’OSCE a Vienna. In questo ruolo ha diretto più di 20 operazioni civili. Tra il 2000 ed il 2002 è stato Rappresentante Permanente d’Italia nel Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche all’Aia. Dal 1997 al 2000 ha presieduto i negoziati per l’adattamento del Trattato sulle Forze Armate Convenzionali in Europa. Dal 1991 al 1997 è stato Capo dell’Ufficio Disarmo, Controllo degli Armamenti e Cooperazione in materia di Sicurezza presso il Segretariato della NATO a Bruxelles. Ha anche ricoperto l’incarico di Coordinatore per la PESC e la PESD presso il Ministero degli Affari Esteri. 

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

2 commenti su “A Vicenza un centro di eccellenza contro la tratta di esseri umani

  1. Alessandro Pipino dice:

    Condivido pienamente il progetto di Lamberto Zannier per il contrasto all’ abominevole e detestabile “Tratta degli esseri umani” nelle attuali migrazioni,al fine di impedire lo sfruttamento sessuale, ma anche la ripugnante tratta di organi umani sui giovani, Un sentito plauso alla Presidente Laura Boldrini per il suo pieno sostegno a questo utile strumento, a cui auguro pieno successo, nel raggiungere gli obiettivi che si propone. Un Caro Saluto
    Alessandro PIPINO – Montebelluna (TV)

  2. bellissima iniziativa in questa società dove i diritti umani restano parole vuote. i fatti orribili che accadono mi fanno pensare che le bestie sono solo gli uomini. gli animali uccidono solo per mangiare mentre la crudeltà umana è senza limiti. mi auguro che insieme all’italia altri paesi abbiano le stesse iniziative. lo spero, almeno.