“Forza ragazze, al lavoro”, in memoria di Valeria Solesin

Ho partecipato a Venezia ad una conferenza in memoria di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice italiana vittima un anno fa dell’attentato terroristico al Bataclan di Parigi. In questo video il racconto dell’evento all’università Cà Foscari, dove prima di aprire i lavori del convegno, ho incontrato il rettore Michele Bugliesi e i familiari di Valeria.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Un commento su ““Forza ragazze, al lavoro”, in memoria di Valeria Solesin

  1. poetalc dice:

    Non conoscevo Valeria Solesin nè la notizia del attentato terroristico che l’ha uccisa a Parigi , ma sono Veneto e oggi leggendo l’articolo ricordandola a Venezia quando studiava al Università Ca Foscari , nella città del mio cuore , per esserci andato bambino nel 1951 profugo sul alluvione del polesine (primo sciacallaggio sulle calamità naturali ) poi da volontario nel battaglione San marco dei lagunari tra il 1967 /68 a difendere la laguna sulla guerra fredda sul rischio del invasione Russa e Slava (150.000 armati alla frontiera ) ,
    IL pensiero è tornato ai miei commilitoni sui 4 mesi di addestramento alla guerra dove sapevamo catturare i carrarmati , sbarcare d’assalto sui litorali della laguna , sparare con la mitragliatrice , fucile mitragliatore , pistola e così fui comandato alla ronda armata nella stazione ferroviaria di Mestre anche contro il terrorismo col fazzoletto al collo rosso-giallo da guerra del leone San marco ” Come l’onda travolgo lo scoglio infrango”, per Venezia la mia patria