Spending review a Montecitorio, ecco i tagli fatti in un anno

info-bilancio-sito

In questi giorni si parla tanto di spending review. Su questo la Camera dei deputati lavora, con risultati tangibili, fin dall’inizio della legislatura. Subito dopo l’elezione ho ridotto il mio compenso complessivo del 30 per cento e non la sola indennità di carica.

In questi mesi, abbiamo chiesto 100 milioni di euro in meno allo Stato e abbiamo risparmiato 10 milioni di euro. Abbiamo tagliato per 32,7 milioni di euro le spese al personale, ai gruppi parlamentari, ai deputati titolari di cariche, abbiamo ridotto quelle telefoniche, delle locazioni e del parco auto. E continueremo nel 2014. Io non mi tiro indietro. È chiaro però che i risultati dipenderanno principalmente dall’impegno dei gruppi politici.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

3 commenti su “Spending review a Montecitorio, ecco i tagli fatti in un anno

  1. camilla elizabeth russo dice:

    Ecco un’esempio di persona onestissima. Brava la nostra Presidente!

  2. Ugo Boldrini dice:

    Chi contesta i tagli della spesa pubblica messi in atto dalla presidente Boldrini mistificazione la realtà in maniera becera e squallida. Brava presidente. Vai dritta per la tua strada e non ti sporcare le mani con chi ti vuole denigrare per qualche misero voto.

  3. roberto valecchi dice:

    Illustre Presidente, ho apprezzato molto i tagli deliberati in un anno dalla Camera. Però restano invariati altri e non più sopportabili privilegi, e conseguenti elevati costi connessi, di cui tuttora godono i parlamentari, e non solo. Basta citare il trattamento previdenziale ed il perdurante riconoscimento di benefits (uffici, segreterie, auto di servizio, scorte, ecc.) a favore di ex presidenti delle camere. Dubito che si avrà mai il coraggio di porvi rimedio, non esistendo epigoni di Cincinnato.
    La ringrazio comunque per la passione e l’impegno riposti nell’assolvimento del Suo incarico.
    Roberto Valecchi