Settimana alla Camera: caso Aldrovandi, reato di tortura e lavoratori dei call center Almaviva

In linea con il mio impegno per la trasparenza e con quanto si sta facendo in questo senso alla Camera dei deputati, ho accolto l’appello del presidente della commissione Diritti umani del Senato, Luigi Manconi, a sollecitare il capo della Polizia affinché valuti la possibilità di togliere il segreto ai procedimenti disciplinari interni.

E’ con questo annuncio che ho voluto aprire il video della settimana, riferendomi all’incontro con Patrizia Moretti, mamma di Federico Aldrovandi, che ho accolto mercoledì a Montecitorio.

Per l’occasione ho espresso tutta la mia indignazione per gli applausi riservati ai poliziotti condannati per la morte del ragazzo durante il congresso del sindacato autonomo Sap che considero un gesto provocatorio che non solo fa male a chi crede nella giustizia, ma danneggia soprattutto i tanti agenti che fanno il proprio dovere rispettando le regole. A questo proposito, ho riferito che il Parlamento si propone di migliorarle quelle regole, anche introducendo nel codice penale italiano il reato di tortura, e che la Commissione Giustizia della Camera avvierà la prossima settimana la discussione del disegno di legge già approvato dal Senato.

Tra gli argomenti affrontati nel video anche l’incontro con i lavoratori dei call center Almaviva, avvenuto a Montecitorio alla vigilia del Primo maggio. I call center rappresentano un settore produttivo che in Italia impiega ben 80mila persone, oggi messo a rischio da delocalizzazioni e gare al massimo ribasso. La globalizzazione dovrebbe facilitare anche l’esportazione dei diritti conquistati in decenni di battaglie e non farseli sottrarre da pratiche che lasciano a casa i lavoratori italiani e sfruttano quelli di altri Paesi.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

6 commenti su “Settimana alla Camera: caso Aldrovandi, reato di tortura e lavoratori dei call center Almaviva

  1. roberta trucco dice:

    In un paese dove i poliziotti di un sindacato autonomo di polizia applaudono per 5 minuti i loro colleghi condannati per omicidio colposo è in discussione lo stato di diritto. un vero pugno nello stomaco osservare quelle immagini! come madre sono molto preoccupata e voglio esprimere tutta la mia solidarietà alla madre al padre e al fratello di Francesco Aldovrandi. non posso non pensare alle sole e tante parole di chi ha stigmatizzato il comportamento dei poliziotti aderenti al sindacato Sap che hanno applaudito per 5minuti i colleghi condannati. Ora però le Istituzioni dimostrino di essere capaci non solo di parole ma anche di atti concreti, sanzioni disciplinari … dimostrino autorevolezza con esempi concreti e non siano ennesimo esempio di un’autorità astrattaora però le istituzioni dimostrino di essere capaci non solo di parole ma anche di atti concreti, sanzioni disciplinari, dimostrino autorevolezza con esempi concreti e non siano ennesimo esempio di un’autorità astratta.

  2. bruno maria brioschi dice:

    PRESIDENTE LEI E’ INSTANCABILE, NON SI RIPOSA MAI, CHE FIBRA, TUTTI DOVREBBERO SAPERE QUANTO FA, COMPLIMENTI, AVANTI TUTTA, HA IL SOSTEGNO DI MOLTI DI NOI ITALIANI, NON SI SENTA SOLA, A VOLTE QUESTE POCHE RIGHE POSSONO SOLLEVARE IL MORALE.

    BUON LAVORO.

  3. Carlo dice:

    A quanto sembra, molte persone hanno dimenticato con troppa facilità che, nel loro passato scolastico, esisteva la materia “storia”. Forse perché, chi oggi indossa la divisa di una qualunque autorità giudiziaria, è così tanto giovane da non avere vissuto determinati “periodi storici” che, di tutto hanno fatto parlare tranne che di giustizia, di diritti umani. Strano, perché molte cattiverie “gratuite” accadono anche oggi nel mondo e dovrebbero essere esempio di ragionamenti profondi. Quando si indossa una divisa non si è solo rappresentanti di quella parte di Stato che ti da opportunità di essere speciale, ma ti da mangiare e ti permette di formare una “buona famiglia”.

  4. luigi crocco dice:

    gentile Presidente della Camera Laura Boldrini,
    non ho esperienza a sedare le rivolte di piazza anche perchè quando in gioventù feci il militare negli anni di guerra fredda sulla minaccia del invasione Russa con allora l’on Togliatti e le barricate dei sessattottini , fui scelto come volontario dei Lagunari al servizio di Ronda stazione ferroviaria di Mestre al commando del Colonello dove neppure un generale poteva commandarmi sul mio servizio di ronda così da soldato ebbi modo di conoscere il valore della mia libertà prevenendo con la collaborazione dei Carabineri attentati che vedevo , con la mia sola coscienza di giovane addestrato ,sei mesi alla guerra, sullo stretto ponte in ferro che collega Mestre con Marghera riuscii a fermare e consegnare ai Carabinieri un giovane più o meno della mia età csi accingeva a gettare pietre sulla testa dei passanti, poi risultò drogato e con la coscienza annebiata non riusciva rendersi conto della gravità del gesto.
    Ed altri episodi avrei da raccontare sino a ché il Colonello poco prima del congedo mi propose all’Accadamia Militare , ma rinunciai perchè a poche lire al giorno ero stanco dell’ esperieza di prevenire gli attentati dei criminali che non potevano essere perseguiti se non dopo realizzati . E pochi mesi dopo scoppio’ la bomba della strage nella stazione di Bologna.
    Un brutto episodio tra i tanti nei brutti periodi , ma la domanda è ancora la stessa : Colonello ,perchè mi ha scelto.?

  5. luigi crocco dice:

    Gentile Presidente della Camera Laura Boldrini,
    su tutti i lavoratori sfruttati la questione è complicata e difficile più di quanto si pensi si parli si discuta si commenti e si voglia o no votare e approvare sui disegni di legge . O il governo trova la soluzione globale sulla Risoluzione Europa 2020 , 6.7.2011 pag 1.2.3/12 per un futuro in eurobbligazioni dopo il 2013 al 60% del Debito Pubblico/Pil a sostegno di 23 milioni di persone economicamete attive a rischio disoccupazione e indigenza valevole in Europa e in America sulla conncorrenza dei Bonds Usa, per un euro forte a moneta rifugio altrimenti sui bassi e medi salari saranno ancora lacrime, sudore , sangue solii colpiti dal inflazione , tagli e tasse sino al ? … (tratto dal mio progetto per l’ euro d’oro a finanziare aziende per diminuire direttamete al INPS gli oneri assicurativi a x milioni di salariati per aumentare il valore delle pensioni , diminuire tasse e tagli , grantire le rate del debito pubblico, fermare l’inflazione 72,22% per i prezzi raddopiati al consumo , rilanciare i beni al consumo ed altro ancora sulla Politica sociale dei redditi più o meno ferma dal 2001.

  6. luigi crocco dice:

    Gentile Presidente Laura Boldrini,
    oggi mi permetto di aggiungere il perfezionamento sulla politica sociale dei redditi . O il Governo trova la soluzione globale sui bassi e medi salari per le pensioni INPS sulla Risoluzione Europa 2020 del 6 luglio 2011 pag 1.2.3/12 n.13-14/12 dopo il 2013 un futuro in eurobbligazioni che valga per tutti gli stati membri …….( il mio progetto per l’euro d’oro dal 2005 a tutti i governi : finanziare imprese e aziende per diminuire direttamente al INPS gli oneri assicurativi o fiscali 59% sulla gestione e controllo della BCE e della Bankitalia sino al 60% del rapporto debito Pubblico/PIL circa 1200 miliardi a 23 milioni anche in Italia di lavoratori 3000 euro minimo ogni anno per 6 anni sino al 2020 , 414 miliardi alla condizione di diminuire il debito pubblico per il 2015 ? Anche a togliere fin da subito tasse e tagli per sostituirli con la tassa unica a tutti gli italiani sino al 1% su tutti i beni al consumo da 1 a 1.99 euro = 1 cent. progressione enne Es: 36 milioni assicurati INPS un caffe’ al giorno x 365 g= 131,4 milioni euro al anno + da 2 a 2.99 euro = 20 cent + da 3 a 3.99 = 30 cent ecc. progressione enne…E su tutte le operazioni bancarie , finanziarie e di borsa da 50 euro = 50 cent euro progressione enne per introitare nelle casse dello Stato centinaia di milioni al giorno uguale miliardi a fine anno
    Nell’ attesa ringrazio della lettura