Settimana alla Camera, il mio appello #BringBackOurGirls

Hanno l’età delle nostre figlie le oltre duecento studentesse nigeriane rapite dagli estremisti di ‘Boko Haram’. Bambine e ragazze sequestrate solo perché hanno la ‘colpa’ di studiare. Una storia scandalosa sulla quale è importante che ci sia la più ampia condivisione e mobilitazione, ad ogni livello.

Per questo, nel video della settimana alla Camera, mi associo all’appello che gira in rete con l’hashtag  #bringbackourgirls. Non si può accettare che i diritti fondamentali – e il diritto allo studio è certamente uno di questi – vengano calpestati. Non lasciamole sole!

Nel filmato parlo anche del Giorno della Memoria per le vittime del terrorismo, che si è tenuto ieri a Montecitorio. La testimonianza in aula di alcuni familiari delle vittime, alla presenza di tanti studenti è stata importante perché spesso in passato è accaduto che i riflettori si accendessero piuttosto sugli autori dei delitti. Durante il mio intervento all’iniziativa ho ricordato che il 9 maggio è anche il giorno di un’altra ricorrenza, quella in cui si diede vita, nel 1950, al primo nucleo dell’Europa unita. L’Europa è, ancora più di ieri, il nostro orizzonte. E spero che tutti e tutte facciamo valere, con il voto alle elezioni, il diritto di far sentire quale Unione vogliamo.

Concludo il video con l’invito, rivolto a chi domani sarà a Roma, a venire a Montecitorio a porte aperte-Eventi per visitare il palazzo della Camera e vedere la mostra fotografica dedicata a Falcone e Borsellino.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

13 commenti su “Settimana alla Camera, il mio appello #BringBackOurGirls

  1. Trovskj Trovskj dice:

    Ancora una volta la Boldrini si dimostra all’altezza del suo ruolo istituzionale e sensibile a quanto accaduto in merito alle studentesse nigeriane rapite, così come l’esortazione ad esercitare il nostro diritto di voto in Europa, così pure l’impegno profuso per il giorno della memoria delle vittime del terrorismo. Siamo con Laura!!!

  2. Vito dice:

    Presidente, questi sono i problemi della condizione della Donna!
    In Italia una surrettizia “parità di genere” tende a far credere che il problema femminile venga risolto con le “quote rosa”.
    Continui a lottare per i problemi delle Donne italiane, ma incidendo in modo concreto sull’emancipazione femminile.
    In primis la battaglia contro la violenza: questo è il vero problema.
    Certe donne, comunque, ci mettono del loro.
    Con stima
    Vito Cavina

  3. Cosetta dice:

    Grazie Presidente Boldrini x il Suo impegno a favore delle Donne e in particolare x le ragazze nigeriane sequestrate , il mondo si sta mobilitando x fortuna e noi contiamo su di Lei perché questa campagna mediatica si traduca in fatti e possiamo ” rivederLe “accanto ai loro famigliari MAI PIÙ SOLE , NON LASCIAMOLE SOLE !

  4. Annabel Price Bedini dice:

    Segnalo una petizione di Amnesty International rivolta al governo nigeriano su questo argomento. Si tova sul sito http://www.amnesty.it per chi la vuole firmare.

  5. Annabel Price Bedini dice:

    Segnalo una petizione di Amnesty International rivolta al governo nigeriano su questo argomento. Si trova sul sito http://www.amnesty.it per chi la vuole firmare.
    Intanto, grazie per questo bel articolo che dice tutto!

  6. DE Palma Isabella dice:

    Mi associo a questo grido di aiuto.

  7. Angela Rita Iolli dice:

    Hanno l’età delle nostre figlie e potrebbero essere nostre sorelle. La vicenda di queste ragazze e bambine è assurda. Negare un diritto allo studio, dove la cultura è ostaggio di un’altra cultura, è inaccettabile, come calpestare i loro diritti di esseri umani. Si riportino a casa immediatamente. Sulla Giornata della Memoria dedicata alle vittime del terrorismo mi ha molto colpito il dolore composto nelle parole dei familiari, ai quali è stata data giustamente la priorità. Quelle parole sono una ferita aperta per tutti, sono quel piombo che in tutti questi anni ha attraversato le nostre coscienze. La democrazia,come ha poi giustamente sottolineato Lei Presidente, non è mai del tutto acquisita, ma va conquistata e difesa, sempre. Che da queste parole e dalla Sua iniziativa di desecretare gli atti, in primis quelli sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, si possa ripartire per arrivare alla verità. Quella verità che quei familiari e tutti noi stiamo ancora aspettando. Coinvolgendo anche l’Europa, di cui ieri ricorreva la festa e di cui siamo cittadini per i cittadini. Non dimentichiamolo mai.
    Grazie Presidente

  8. Miriam dice:

    Presidente Boldrini,

    io sto con #BringBackOurGirls. Non è possibile che quando si tratta di “combattere” mentalità e usi di costume da Medioevo ci siano sempre di mezzo, come protagoniste involontarie, donne derubate della loro libertà.
    Quanta rabbia sentire di queste vite che non possono realizzarsi nella propria piena volontà per colpa di menti estremiste ottuse e maschiliste.
    Qualcuno viene ad insegnarci l’integrazione in Italia, lo vada a fare prima in questi Paesi fermi ancora ai tempi del presepe
    L’Europa dovrebbe impegnarsi ad aiutare a rendere “liberi” questi Paesi in modo che le persone possano vivere pacificamente, senza bisogno di rischiare la vita in viaggi della speranza verso nuove prospettive di vita, (magari distorte dai mass media), e mettendosi in mano a gente senza scrupoli.

    Cordialmente e buon lavoro

  9. roberta trucco dice:

    sarebbe Bello che in questo sito venissero ospitati anche gli interventi o le foto a favore della campagna #bringbackourgirls. sarebbe un utile servizio che la Presidente Della Camera può mettere a favore della circolazione delle idee e pensieri dei cittadini. stimolare ma anche accogliere grazie roberta

  10. Angela dice:

    Tutti gli “integralismi” son pericolosi perchè non accecano gli occhi ma la ragione

  11. Claudio dice:

    SPETT.LE PRESIDENTE CAMERA DEPUTATI
    GENTILE ON. PRESIDENTE LAURA BOLDRINI,

    Buongiorno, gentile Presidente Boldrini, sono contento che anche Lei rappresentando il Nostro Paese Italia sostiene la campagna di recupero ragazze “bringbackourgirls”.
    Personalmente ho già sottoscritto l’apello di Change.org, A World at School, Care2.com ed Actionaid.
    Sono convinto che Tutti Assieme, anche alla First Lady Michelle Obama riuscirete a fare la differenza per quelle povere ragazze. Nel contempo dando un fortissimo segnale contro chi opera ingiustizie di questo tipo, grazie.

    Cordiali saluti Claudio

  12. Carlo dice:

    Si inviano le Forze Speciali per tanti motivi sconosciuti a noi comuni mortali, mi auguro che in quest’occasione, chi di dovere, intervenga in tempo prima che si perdano per sempre le tracce di queste “nostre figlie”; le chiamo così perché come già scritto dall’ on. Boldrini, hanno l’età delle nostre figlie e potrebbe capitare a chiunque.
    Ma che fine sta facendo questo nostro pianeta? Il cervello ce lo siamo bevuto proprio tutto e venduto per 2 soldi? Oserei dire per 33 denari.

  13. Antonio Rossi dice:

    Pregherò per loro , solo Dio può fare qualcosa