Al Forum Mundi tradizioni, immagini, suoni e sapori del Maghreb

di Luca Calabrese

Per conoscere il volto del Maghreb appuntamento a Campi Salentina, in provincia di Lecce, dove dal 15 al 20 luglio si terrà, per il secondo anno consecutivo, la manifestazione ‘MUNDI: Forum internazionale sulla solidarietà e sull’impegno sociale’, organizzata dall’Associazione Salvatore Calabrese Onlus.

Un’iniziativa con la quale intendiamo presentare il Maghreb ed il suo popolo in modo imparziale attraverso un percorso di conoscenza storico-culturale del territorio e dei costumi locali. Obiettivo di ‘Mundi’ è abbattere pregiudizi, superare gli stereotipi che ancora avvolgono questa civiltà, scegliendo quale via di comunicazione universale il linguaggio dell’arte.

Come nella piazza di un antico Foro, a tracciare la storia di questa civiltà nell’arco di quattro giornate saranno i dibattiti di Khaled Fouad Allam e di Toni Maraini, le istantanee sulla rotta dei migranti approdati a Lampedusa di Giovanni Cobianchi e la testimonianza di Claudia Bonanni, attrice e cantante che racconta la seconda guerra mondiale vissuta con gli occhi di una donna tunisina, i laboratori di calligrafia e pittura araba guidati da Raouf Gharbia.

“Abbiamo voluto sensibilizzare all’integrazione pacifica anche i giovani – dice Serena Palazzo, Responsabile del progetto – affidando ai più grandi la realizzazione di una mostra cartografica sull’evoluzione storico-geografica e alle scuole primarie e secondarie lo sviluppo del progetto “Al di là del mare” perché la cultura dell’accettazione del prossimo la si impara da piccoli”. Ma una civiltà è anche tradizioni, sapori, immagini e suoni che si potranno assaporare, di sera, assistendo alla proiezione di film di registi italiani – Mario Monicelli (Le rose nel deserto), Gillo Pontecorvo (La battaglia di Algeri) e algerini – Karin Albou (Il canto delle spose), che hanno come filo conduttore la colonizzazione, ma che ritraggono anche gli aspetti più tipici ma per lo più sconosciuti di questa terra, ascoltando la video-intervista allo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun e la lettura di alcuni suoi passi celebri affidati alla voce di Amanda Sandrelli e, ancora,  facendosi accompagnare dalle note della Tangeri Café Orchestra in concerto mentre si degustano i prodotti tipici allestiti con la collaborazione di Istituzioni di promozione turistica e culturale del Maghreb.

Il territorio leccese con enti, istituzioni, associazioni, diventa esempio e modello di partecipazione collettiva a un progetto rivolto al benessere comune. Ciascuno è invitato a contribuire, secondo i propri talenti e mezzi alla costruzione di un ambiente sociale in cui il rispetto delle etnie, delle culture e delle radici consentano una crescita civile pacifica a vantaggio dell’intera collettività. ‘MUNDI’, in quest’ottica di attenzione, riserva anche uno sguardo di tutela alla prevenzione con l’organizzazione, grazie alla collaborazione dell’Asl di Lecce, di una giornata di ‘solidarietà e fratellanza tra medico e malato’, in cui verranno prestate visite gratuite e consulenze specialistiche a immigrati del luogo. E per insegnare ai giovani il valore di un impegno sociale, culturale e civile in una società sempre più multirazziale, il ricavato di ‘Mundi’ sarà devoluto a borse di studio per giovani del primo anno superiore provenienti da famiglie immigrate o in difficoltà per avviarli ad un percorso professionale e culturale.

Al link la presentazione della manifestazione a Montecitorio.

Luca Calabrese è Direttore dell’Unità di Chirurgia Orale Orofaringea dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano dal 2006. Ha fondato l’associazione intitolata al padre Salvatore Calabrese.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*