Io e i giovani di ‘Revolution’ a confronto sul senso del voto

“Non vado a votare perché sono convinta che non abbia più senso” mi ha detto Chiara, 26 anni. “Non ho fiducia nelle istituzioni” le ha fatto eco Ulisse, di pochi anni più giovane. “Ho strappato la tessera elettorale quattro anni fa perché la politica mi ha profondamente deluso” ha aggiunto il trentaseienne Simone.

Sono le frasi piene di amarezza pronunciate da alcuni dei 25 giovani che ho conosciuto ieri sera, negli studi televisivi della trasmissione ‘Revolution’, trasmessa da TvSat2000. All’inizio del dibattito erano tutti molto scettici e comprensibilmente esasperati da un Paese che percepiscono immobile e incapace di un reale cambiamento. Ho trovato le loro domande molto interessanti e abbiamo parlato a lungo di molte questioni: dalle cose fatte in questi due anni di legislatura alla necessità dell’impegno di tutti nella vita civile e politica italiana. Al termine di questo confronto, sono stata contenta di vedere in loro curiosità, un certo interesse verso l’istituzione e anche la voglia di poter partecipare concretamente al cambiamento.

Molti, al termine del programma, hanno anche accettato il mio invito a venire alla Camera dei deputati, per partecipare domani mattina all’iniziativa Montecitorio a Porte Aperte. Sarò felice di accoglierli, insieme ai tanti cittadini che una domenica al mese vengono a visitare la casa della buona politica.

Vedi la trasmissione completa a questo link https://youtu.be/Bh4_RxZWmW8

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Un commento su “Io e i giovani di ‘Revolution’ a confronto sul senso del voto

  1. lucio dice:

    Cara Laura, sono perfettamente d’accordo con tutto quello che ha detto. L’essere umano anche per me deve essere sempre al primo posto e nessuno può essere buttato in mezzo alla strada o umiliato. Purtroppo non tutti sono come Lei. Questo ho già avuto modo di ribadirlo altre volte. Speriamo veramente che le cose possano cambiare. IO CI CREDO e molte volte mi verrebbe voglia di potermi impegnare politicamente. Lo dico però schiettamente, come si fa a rimuovere le mele marce? Non credo sia facile. Per niente