Ainis: “Troppi decreti poche decisioni”

ainis2“Troppi decreti intasano le assemblee parlamentari. Da qui il paradosso, l’eccesso di decisioni paralizza qualsiasi decisione.

C’è altresì da riannodare il filo spezzato fra noi e loro, fra popolo votante e popolo votato. In vista di quest’obiettivo, correggere i regolamenti non è meno importante che correggere la Costituzione o la legge elettorale”.

Condivido pienamente l’analisi del professore Michele Ainis pubblicata oggi sul Corriere della sera.

E’ necessario evitare il ricorso eccessivo ai decreti legge da parte del governo così come è urgente arrivare al più presto all’approvazione del nuovo Regolamento della Camera dei deputati.
Su questo il mio impegno è massimo. Mi auguro che lo stesso sia per i gruppi parlamentari che hanno lavorato all’elaborazione del nuovo testo, così da portarlo in aula entro marzo.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Un commento su “Ainis: “Troppi decreti poche decisioni”

  1. Gianluca dice:

    Prima di riformare il regolamento della Camera, al di là del contenuto della riforma, non sarebbe opportuno aspettare di capire se il Senato, come sembra, verrà di fatto eliminato come camera legislativa. Un conto è riformare il regolamento di una delle camere all’interno di un sistema bicamerale come l’attuale, un altro è riformare il regolamento di quella che potrebbe essere l’unica camera con potere legislativo, prima però che questo si verifichi. Di questo elemento mi sembra che ne Ainis, ne lei teniate conto.