Il caso dei portaborse: “Riforma entro fine legislatura”

“Devi essere orgogliosa di quello che hai fatto perché hai dimostrato coraggio di fronte ad un’ingiustizia. Ti fa onore. Adesso spero che da questa sciagurata situazione si arrivi ad una riforma per tutti i collaboratori e le collaboratrici parlamentari”.

E’ quello che ho detto a Federica B., la collaboratrice del deputato Caruso, che ha denunciato alla trasmissione Le Iene il mancato pagamento e le molestie da parte del suo datore di lavoro.

Quello che è accaduto è inaccettabile e vergognoso. Per questo spero che il suo caso eclatante serva a cogliere l’attimo e rivedere prima della fine di questa legislatura i contratti dei collaboratori parlamentari.

Due anni fa la mia proposta di riforma incontró resistenze. Oggi la vicenda di Federica ha fatto aprire gli occhi a tutti. Percepisco una maggiore disponibilità ad approvare una regolamentazione diversa, semplice e uniforme. È l’ultima occasione per voltare pagina. Ma servono i voti di tutti. Il Parlamento non puó tacere di fronte allo sfruttamento.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Un commento su “Il caso dei portaborse: “Riforma entro fine legislatura”

  1. Giorgio dice:

    La vergogna è che due parlamentari come rossi e Caruso continuino a entrare in parlamento VERGOGNA