Impegno prioritario, fondi per le imprese

che tempo che faA ‘Che tempo che fa’ ho affrontato il tema del lavoro, che considero l’emergenza numero uno.

E’ il primo provvedimento che vorrei fosse discusso dal Parlamento. La priorità è dare respiro alle imprese. Il governo sbloccherà 40 dei 70 miliardi che la pubblica amministrazione deve alle aziende. Occorre farlo e lavorare sull’accesso al credito. Dopo l’incontro con i sindaci mi sono impegnata a creare una commissione speciale perché le imprese sono strangolate dalla crisi e per avviare la ripresa bisogna dare un impulso a questi fondi attesi da tanto attesi. A proposito dell’avvio di questa legislatura, ho detto che tutti i gruppi parlamentari si sono attivati e hanno iniziato a lavorare. Non ho notato partiti che giocassero contro. Da questo ho capito che l’intenzione di tutti è avere un governo, mi auguro che sia un buon governo. Non siamo tutti uguali, ci sono politici che meritano rispetto nel nostro Parlamento. Non bisogna demonizzare tutto e buttare tutto alle ortiche.

Durante l’intervista con Fabio Fazio ho detto che per avere buoni cittadini dobbiamo avere buone istituzioni. Dunque chi ha un compito istituzionale ha una doppia responsabilità e i comportamenti devono essere di riferimento sia nel pubblico che nel privato. I cittadini devono potersi innamorare delle istituzioni. Tagliare il mio emolumento non è stata la soluzione dei problemi, ma ho voluto presentarmi agli italiani con questo biglietto da visita. Quello che si poteva tagliare è stato tagliato non perché le istituzioni vanno smantellate e non per una dimensione pauperistica. Le persone sono arrabbiate per gli sprechi della politica e per il peggioramento delle condizioni di vita, c’è un saldo negativo e per ricominciare a mettere in pareggio è necessaria la buona politica.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*