Un drappo rosso per dire basta alla violenza sulle donne

Un drappo rosso alle finestre di Montecitorio per dire no al femminicidio.

L’ho voluto esporre per aderire all’appello lanciato da un gruppo di donne che su Facebook e Twitter hanno invitato tutti a mettere nei propri balconi un pezzo di stoffa rosso per simboleggiare il sangue versato dalle vittime di femminicidio.

Ma oltre a questo gesto simbolico credo che sia necessario mandare anche un messaggio agli uomini. A quelli consapevoli che, come noi, provano orrore di fronte alla violenza contro le donne che si ripete con sempre maggiore orrore dico: non lasciateci sole, dobbiamo unire le forze per proteggere le nostre ragazze. Invece, ai violenti dico: rassegnatevi perché noi donne non rinunceremo mai ai nostri diritti. Non ce li strapperete neanche con la violenza. Noi e le nostre ragazze non rinunceremo alle libertà che abbiamo conquistato.

Share Button

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono marcati da *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Un commento su “Un drappo rosso per dire basta alla violenza sulle donne

  1. Adelaide dice:

    Gentile Signora anche io sono indignata per i continui femminicidi ogni giorno sento un senso di impotenza e frustrazione! Ci indichi Lei
    come agire:facciamo qualcosa di concreto che non siano solo fiaccolate! Poiché noi comuni cittadini non sappiamo da dove cominciare! Penso che per questi delitti non ci debba essere rito abbreviato e una sola condanna ERGASTOLO fino a fine vita, sopratutto quando uccidono bimbi.
    Grazie per l attenzione Adelaide